Collana: Il Passero Bianco

Ultimo Libro Pubblicato

libro
Il Passero Bianco

Caldalana, Caldalana,

pecorella tonda e strana:

...

Voce, sguardo e gioia. La VOCE di chi legge regala emozioni in forma di ritmi, suoni e timbri: un’arte che nutre e dà gioia. Ritrovarla significa non solo tornare a un’antica nobiltà del cuore ma anche aprirsi a orizzonti nuovi di libertà creativa. I ritmi e i timbri di una filastrocca stimolano al piacere e alla scoperta: il ritmo rende la storia riconoscibile, familiare e facile da ricordare; fornisce alla creatività l’occasione di liberare energie impensabili; rispetta la legge del gioco infantile, che è la ripetizione; stabilisce un rapporto inconscio con i ritmi originari della vita – il cuore, il respiro, i giorni, le stagioni.

Per questo, nelle filastrocche del Passero bianco, il testo ritmico ha un ruolo prevalente. Gli corrisponde, nella pagina, uno spazio chiaro e ben definito: non si perde nelle illustrazioni, ma dialoga realmente con esse.

Il Passero bianco Associazione culturale diffonde filastrocche che rispettano l’innocenza indubitabile del bambino: la vulnerabilità, la propensione alla fiducia e la complessità che va rasserenata. Leggendo con il bambino, infatti, l’adulto mima e crea, vibrando nell’intimo: il bambino risponde allo stesso modo.

Tra i due si rafforza un legame di fiducia originaria: entrambi avvertono di poter contare l’uno sull’altro, perché li unisce una segreta sintonia. Gli occhi, grazie alla musica delle parole, si rivolgono al meraviglioso che è nascosto nel quotidiano: grazie ai suoni e ai ritmi della lingua, imparano a osservare con attenzione attorno a sé. Lo SGUARDO unisce l’adulto e il bambino nella scoperta della bellezza del mondo. Le parole in rima sono come le dita che dispiegano un ventaglio di fronte ai nostri occhi: non creano i colori ma li trovano. I suoni della lingua non inventano né il mondo né la luce: piuttosto, permettono alla luce di compiere un miracolo, svelando ciò che esiste già di fronte ai nostri occhi. Sarà questa, grazie alla musica delle parole, la GIOIA dei due.